Le Ricette del Futuro – Presentazione

Le ricette del futuro

Presentazione del nuovo progetto di Mercato Lorenteggio

ricette del futuro

Martedì 30 novembre, alle 18.00, appuntamento alla biblioteca comunale di via Odazio 9 per la presentazione di “Le Ricette del Futuro“, il primo progetto di educazione alimentare nato all’interno di un mercato comunale coperto di Milano, Mercato Lorenteggio. Ne parlano gli ideatori, il cuoco e dietista Matteo Tettamanzi (Progetto FYGo – Feed You Good) e Laura Filios di Dynamoscopio. Con loro ci sarà anche un rappresentante di Comunità Nuova, una delle associazioni promotrici di “Sei gradi di separazione – in rete contro lo spreco” (progetto della Ricetta QuBì, finanziato da Fondazione Cariplo), che supporta la disseminazione del ricettario in quartiere attraverso la sua distribuzione nei pacchi alimentari.

Le Ricette del Futuro: perché nascono?

Si parla tanto delle “ricette della tradizione”, molto meno delle “ricette del futuro”. Come dovranno essere per non impattare eccessivamente sul pianeta ma, allo stesso tempo, essere accessibili al numero più ampio di persone? Nei mesi di lockdown, i commercianti di Mercato Lorenteggio insieme a Dynamoscopio e al cuoco e dietista Matteo Tettamanzi (Progetto FYGo – Feed You Good), si sono fatti provocare da questa domanda complessa e, a partire da una questione macro-sociale, è nata un’idea micro-locale, con cui provare a costruire una soluzione partecipata.

 

Le Ricette del Futuro: cosa sono?

In concreto si tratta di 7 piatti ideati partendo da 7 prodotti scelti da ognuno dei commercianti del mercato e completati con altri semplici ingredienti reperibili facilmente all’interno dei pacchi alimentari distribuiti alle famiglie bisognose del quartiere. Tutto questo per arrivare a ottenere, grazie anche a qualche trucco FYGo, dei piatti fondati sui tre valori che contraddistinguono le “Ricette del Futuro”: il fatto di essere buone, sane e accessibili.

 

[L’accesso all’evento sarà possibile solo con Green Pass valido. Sarà necessario indossare correttamente la mascherina per tutta la durata dell’incontro].